L’importanza delle autoclavi per l’industria del packaging alimentare

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Vuoi sapere cosa c’è dietro una buona confezione?

Inizieremo questo articolo con una situazione quotidiana: immagina di aprire una conserva di verdure cotte, una salsa o una marmellata, normalmente questo atto non ha più conseguenze del previsto. Tuttavia, potrebbero verificarsi diverse situazioni sfortunate come:

  1. Il contenitore si romperebbe nelle tue mani.
    Se fosse di vetro, le conseguenze potrebbero essere fatali.
    Se fosse stato fatto di plastica e fosse un po’ crepato, quello che potrebbe succedere è che il liquido all’interno sarebbe fuoriuscito, lasciando sporca la dispensa o il frigorifero e che, inoltre, il cibo all’interno sarebbe stato corrotto.
    E se fosse una lattina, potrebbe arrugginirsi all’esterno e/o anche all’interno e intaccare il contenuto.
  2. Il coperchio o la spina non si chiuderanno correttamente e tutto all’interno sarebbe in cattive condizioni.
    Potrebbe anche capitare che il coperchio fosse arrugginito dando una pessima immagine e poca fiducia.
  3. Gli adesivi esterni si sarebbero scrostati o scoloriti.
    Quindi sarà impossibile per te vedere le informazioni di tuo interesse e che devono essere presenti sulla confezione come la data di scadenza, gli ingredienti o gli allergeni.

Sappiamo che tutte queste situazioni di solito non si verificano. Inoltre, diamo per scontate la forza e l’eccellenza del packaging perché la nostra storia con loro finisce quasi sempre bene. Ma questo è grazie ad un accurato lavoro di ricerca e qualità da parte dell’industria del packaging, e più specificamente, quella dedicata al settore alimentare.

Con questo articolo vogliamo mostrarvi cosa c’è dietro un barattolo di vetro consistente, un vassoio semirigido, un pouche o una lattina. Lo scopriamo?

Imballaggi alimentare

Gli imballaggi destinati al settore alimentare devono essere sottoposti a rigorosi controlli di qualità prima di essere utilizzati per imballaggi alimentari. Gli obiettivi principali durante l’esecuzione di questi esami sono garantire la completa integrità del contenitore per tutta la sua vita utile e anche mantenere il contenuto senza modificarne le proprietà.

Il materiale con cui è realizzato il contenitore può avere un impatto sul suo interno. Questa interazione tra i diversi materiali nel contenitore e il suo contenuto è chiamata migrazione. Questo fenomeno può influire negativamente sugli alimenti, lasciando tracce di alcune sostanze non adatte al consumo umano. Da qui l’importanza di garantire i più elevati standard di qualità in termini di sicurezza alimentare.

Contenitori adatti per conserve e piatti pronti

Contenitori adatti per autoclavi per l'industria del packaging

I contenitori utilizzati nell’industria del packaging e, più specificamente nel caso di conserve e piatti pronti, devono garantire una maggiore resistenza poiché:

  1. Possono contenere cibi caldi.
  2. Devono essere sottoposti a processi termici per effettuare la pastorizzazione o sterilizzazione degli ingredienti al loro interno.

Per questo motivo l’industria dell’imballaggio alimentare, prima di mettere in vendita la propria merce, effettua una serie di test al fine di certificare che il proprio imballaggio soddisfi i relativi requisiti.

Come abbiamo già accennato in precedenza, la massima del settore dell’imballaggio alimentare è quella di offrire prodotti sicuri sia in termini di durezza che di struttura, cioè che non si rompano e non migrino.

Per questo, nei laboratori R+D+i vengono svolti diversi protocolli (ricerca, sviluppo e innovazione):

  • Controllo della presenza di O2 e CO2 residui per ridurre al minimo il rischio di microrganismi che ne deteriorano il contenuto.
  • Ispezione dell’integrità del sigillo.
  • Rilevamento perdite contenitore.
  • Controllare l’analisi della valvola per evitare problemi di integrità non rilevati.

Un modo semplice per eseguire le diverse azioni elencate è simulare la realtà, ovvero incorporare cibi caldi all’interno dei nostri contenitori, scelti a caso, e sottoporli a un processo di sterilizzazione. Più dura e realistica è la rappresentazione, meglio è, poiché in questo modo possiamo verificare la resistenza dei nostri prodotti esposti a una situazione estrema.

Le nostre autoclavi da banco a contropressione sono perfette per lotti pilota perché sono un modo efficace ed efficiente per garantire i più alti standard di qualità delle vostre confezioni, risparmiando tempo, denaro e risorse umane. Sul nostro sito web puoi vedere l’esperienza di produttori locali, ristoratori e chef e industrie alimentari nelle nostre storie di successo.

L’industria del packaging, sempre innovativa

Autoclavi per l'industria del packaging TERRA Food-Tech

L’industria del packaging alimentare deve essere in continua evoluzione così come i suoi clienti. Il mercato chiede novità e, per questo, i laboratori R+D+i devono sempre ricercare, sviluppare e innovare. Si cercano nuovi design, materiali più sostenibili ed economici, imballaggi che lascino meno rifiuti e consentano il riutilizzo e un facile riciclaggio.

Lo sapevate…

Secondo uno studio della società di consulenza Smithers Pira e Procarton, pubblicato nel 2017, il 96% dei marchi intervistati ritiene che l’uso di imballaggi sostenibili sia importante per il proprio business.

Vantaggi delle autoclavi per l’industria del packaging TERRA Food-Tech®

L’idoneità di questa autoclave orizzontale o da banco appositamente progettata per lotti pilota nell’industria alimentare o nell’industria del confezionamento alimentare, non è solo dovuta al suo piccolo formato, leggermente più grande di un microonde, ma anche alla sua maneggevolezza e molte altre caratteristiche vantaggiose delle nostre autoclavi:

  • Autoclavi da banco o a caricamento orizzontale con capacità da 21 a 75 litri.
  • Autoclavi specifiche per l’esecuzione di prove e test scientifici in lotti pilota di conserve e piatti pronti confezionati in contenitori ermeticamente chiusi nell’industria alimentare e del confezionamento.
  • Regolazione, controllo e registrazione dei parametri Fo, Po, %Fo e %Po; stampabile e scaricabile in formato PDF. Riponibile anche sul computer e rimovibile tramite USB.
  • Consentono di eseguire prove di stress e longevità dei contenitori poiché consentono di configurare uno qualsiasi dei suoi 50 programmi con 5 segmenti iniziali e 5 segmenti finali regolabili in modo autonomo da pressione e temperatura.
  • Adatto per la cottura, sterilizzazione e pastorizzazione di tutti i tipi di alimenti confezionati in barattoli, vetro, buste, pouche e semirigidi.
  • Contropressione fino a 2.1Barg programmabile per evitare rotture o deformazioni dei contenitori.
  • Tecnologia di raffreddamento rapido per mezzo di una doccia ad acqua.
  • Rispettano le caratteristiche organolettiche e nutrizionali del prodotto finale, eliminando rapidamente la maggior parte dei batteri e delle spore.
  • Comprendono una sonda di temperatura al cuore espandibile a un totale di 2 sonde di temperatura al cuore.
  • SW8000: kit software e connessione a PC per esportare e memorizzare i dati del ciclo di pastorizzazione o sterilizzazione in prove e lotti pilota.
  • Facile da usare e programmare, con un touch screen a colori e la possibilità di memorizzare fino a 50 programmi.
  • Eccellenti misure di sicurezza: valvola di sicurezza e termostato, sistema di blocco porta e allarme porta aperta, rilevatori di pressione e livello acqua, protezione termica attorno al coperchio e telaio di protezione della camera di sterilizzazione.
  • Molteplici accessori per ogni tipo di progetto: cestelli standard e personalizzati, kit di perforazione dei coperchi e contenitori semirigidi…

Tutti questi vantaggi delle autoclavi per l’industria del packaging alimentare sono disponibili anche per la nostra gamma di autoclavi verticali a caricamento dall’alto, con volumi di camera da 33 a 175 litri, che hanno esattamente la stessa tecnologia e prestazioni tecniche di quelle orizzontali o da banco. Le autoclavi verticali sono particolarmente utili per quei casi in cui è necessario esaminare carichi maggiori o produrre lotti pilota più grandi.

Autoclavi per l'industria del packaging verticali TERRA Food-Tech

Inoltre, le autoclavi TERRA Food-Tech® sono un prodotto dell’evoluzione del marchio. RAYPA, con oltre 40 anni di esperienza nella produzione di apparecchiature per la sterilizzazione.

Per maggiori informazioni sulle nostre autoclavi per l’industria dell’imballaggio alimentare o per prove scientifiche e prove pilota in lotti nell’industria alimentare, non esitate a contattare il nostro ufficio commerciale. Saremo lieti di offrirti una dimostrazione di tutto ciò che le nostre apparechiature possono apportare alla tua azienda e ai tuoi prodotti.

Torna su